La mia collezione di Barbie

LogoBarbieOggi voglio cominciare con una domanda, rivolta alle mie pink followers. Chi di voi non ha mai giocato, almeno una volta, con una Barbie? Sua o di qualche amichetta?

Chissà se qualcuna risponderà di non averlo mai fatto. La Barbie è una bambola famosissima e diffusissima, di produzione della Mattel, che ha dichiarato che ne sono state vendute oltre un miliardo in più di 150 nazioni, e ancor oggi ne vengono vendute tre al secondo.

Vi faccio giusto un cenno che riepiloghi la storia di quella che è a tuttoggi la bambola più venduta al mondo e anche il prodotto di punta della sua casa di produzione.

primabarbieL’idea giunge da una mamma. Eh si… Una mamma di nome Ruth Handler che, guardando sua figlia giocare con delle bambole di carta, si rese conto che il gioco preferito consisteva nel conferire ai personaggi dei ruoli da adulti. Questa cosa la colpì perché a quell’epoca la maggior parte delle bambole rappresentava in realtà neonati di cui prendersi cura, non certo adulti. Ruth fu lungimirante e suggerì a suo marito Elliot (cofondatore della casa di giocattoli Mattel)  l’idea di una linea di bambole dall’aspetto adulto. In seguito, aiutata dall’ingegnere Jack Ryan, la signora Handler creò la prima Barbie, a cui fu dato il nome della figlia, Barbara appunto. Barbie fece la sua apparizione nei negozi il 9 marzo 1959, vestita con un costume zebrato, e con i capelli legati con una lunga coda, sia in versione bruna che bionda. Barbie è stato anche il primo giocattolo ad avere una strategia di mercato basata massicciamente sulla pubblicità televisiva, strategia successivamente ripresa da tutti i giocattoli a venire.

Ora che ho fatto il mio excursus storico, posso finalmente svelarvi il perché della scelta dell’argomento di oggi. 😀

E’ proprio lei, Barbie, la musa ispiratrice della mia attuale passione per la moda! E’ una bambola con diversi outfit, per ogni occasione ha il look adatto!

Infatti da bambina adoravo le Barbie e giocavo spessissimo con la mia amichetta del cuore, inventando acconciature, abbinando gli abiti e creando delle “mise” sempre nuove. Barbie è sempre trendy! 😉 Le mie Barbie le ho conservate tutte gelosamente, ve le mostro.

collezioneNon solo, ho anche la  la casa di barbie, il camper e il cavallo. Io e la mia amica prima di iniziare a giocare arredavamo la casa di Barbie. Che ricordi meravigliosi! Giocare in questo modo non è fine a sè, infatti sviluppa le capacità intellettive dei bambini, rendendoli in grado di dialogare, immaginare e inventare una storia.

Divenuta più grande ho cominciato anche a collezionarle, comprandole senza aprirne la confezione, in modo da accrescere in futuro il loro valore. Pensate che le prime Barbie sono quelle che hanno assunto il più alto valore commerciale, e mentre una Barbie nel 1959 veniva venduta per 3 dollari, la stessa Barbie è stata aggiudicata per 3552,50 dollari su eBay nell’ottobre 2004.

Qui sotto vi mostro altre mie due Barbie: la prima (a sinistra) è speciale perché viene da New York; la seconda (a destra) è Barbie Chic, l’ho acquistata diversi anni fa.

 Allora voglio dire grazie a Barbie perché se oggi sono quella che sono, è anche grazie a lei. ❤

Advertisements

One thought on “La mia collezione di Barbie

  1. non sapevo collezionassi barbie, anche mia madre è una patita 😀 pensa che ha quelle più vintage, presto dedicherò un articolo su di lei 😀

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s